test

La giusta manutenzione dei tessuti

Agendo in modo oculato potrete ridurre l’impatto ambientale e risparmiare tempo e denaro.

Cinque consigli per lavare, asciugare e stirare i vostri capi

Evitate di lavare troppo spesso.

Rimuovete le macchie a mano e arieggiate sempre il vestiario dopo averlo indossato. Molte persone lavano i propri capi d’abbigliamento più del necessario. Riducendo il numero di lavaggi, contribuirete anche a ridurre le emissioni di CO₂.

Riducete la temperatura di lavaggio.

Selezionare 30 °C invece di 60 °C o lavaggio a freddo anziché a caldo vuol dire dimezzare quasi il consumo energetico. I simboli di manutenzione indicano la temperatura di lavaggio massima consentita, senza considerare però l’effetto del lavaggio sulla qualità dei capi. Usando lavatrici e detersivi moderni si ottengono ottimi risultati anche a temperature inferiori.

 

L’asciugatura naturale fa risparmiare energia.

Stendere il bucato all’aria riduce il consumo energetico e mantiene più a lungo la forma e la qualità dei capi.

Stirate solo quando serve.

Risparmiate tempo ed energia! Estraete i capi dalla lavatrice non appena il programma di lavaggio è completato e fateli asciugare appesi: in questo modo non si formeranno pieghe. Altro consiglio: appendete i capi asciutti nel bagno mentre fate la doccia – il vapore è spesso sufficiente per rimuovere pieghe e sgualciture.

Scegliete una lavanderia “verde”.

Informatevi su quali lavanderie offrono un servizio ecologico in alternativa alla pulizia a secco convenzionale. Per alcuni capi è indispensabile la pulizia professionale in lavanderia. Questa però può essere effettuata con diversi tipi di solventi.